Letteratura

Interviste a scrittori e recensioni di libri, letteratura d'autore e autori emergenti.

La Forma delle Nuvole - Caterina Ferruzzi

di Anna Rubbini

E’ alquanto insolito imbattersi in un romanzo giallo scritto da una esordiente che, sin dal titolo, ti colpisca per lo stile e la naturalezza della narrazione.

Ed è proprio il titolo, La forma delle nuvole, che mi ha portata a leggere questo primo romanzo della giovane Caterina Ferruzzi, cimentatasi (che si è cimentata) nel racconto di una storia poliziesca ispirata a personaggi e situazioni reali, intessendo abilmente intrighi ricchi di suspense.

Tematiche odierne e protagonisti verosimili si alternano in una trama che ha risvolti da psicodramma: l’autrice non è nuova al genere noir, riferendosi all’esperienza personale e ludica di organizzare “cene con delitto”, influenzata, dunque, nella narrazione dalla vivacità ricca di tensione che caratterizza la letteratura di genere e che ricorda molto autori noti come Agata Christie o il commissario Montalbano. La sua provenienza da studi multimediali, inoltre, suggerisce al lettore la constatazione di stare leggendo la prima puntata di una fiction che si dipana sapientemente tra intrighi e rancori inconfessati dei personaggi, lasciando l’epilogo  aperto ad un seguito atteso e altrettanto imprevedibile.

Il racconto svela da principio il ritrovamento di un cadavere sulla spiaggia di un villaggio turistico della Calabria, rievocazione di luoghi dove realmente l’autrice è stata in villeggiatura. Tre amiche, di cui una diverrà misteriosa vittima, vi passano una vacanza che le riunisce dopo tanti anni, rivivendo vecchie e nuove acredini in un accumulo di tensioni e ineluttabili riappacificazioni.

Sul caso indagano un commissario, Sofia Sangiorgi, e il suo vice, Tommaso Laudadio, volutamente invertiti nei ruoli tra uomo e donna come spesso accade nelle sceneggiature odierne, ai quali spetta il compito di verificare i fatti e chiarire le circostanze della misteriosa scomparsa. Sarà proprio lo svolgersi delle indagini che avvicinerà i due personaggi anche nella vita, sopraffacendoli con un’inaspettata attrazione.

La ricostruzione dei giorni di vacanza precedenti il tragico evento fa riaffiorare una giovanile abitudine tra le tre amiche di guardare il cielo al tramonto, cercando di scorgere “qualche nuvola strana a cui affidare una forma”…”Guarda, sembra un’ippopotamo no?”.

Questo giocoso passatempo, carico di infantile e buffa curiosità verso una sorprendente natura, è in realtà il compromesso per rivelare la tragica fatalità dall’ epilogo drammatico.

La vittima di un incidente banale, come spesso accade, se non fosse stato per la paura e il rancore di un’invidiosa amica.

 

 

Caterina Ferruzzi è nata nel 1980 a Venezia, ha studiato cinema, televisione e spettacolo all’Università di Padova e Venezia. Videomaker, scrive per un  magazine on line, formatrice nell’ambito dell’audiovisivo e della multimedialità, “La forma delle nuvole” è il suo romanzo d’esordio.

Inserisci la tua email per ricevere la newsletter di AARTIC, contenuti selezionati di Arte, News, Eventi e Mostre

Articoli Recenti

Caterina Borsato  "Langewang Il Disastro della puntualità"

Una storia vera che si svolge nel settembre del 1951: un treno di ritorno da Vienna, che trasporta una comitiva di ferrovieri italiani, si schianta contro... conntinua a leggere>

Il Presagio - Andrea Molesini                 di Anna Rubbini

L’ultima opera scritta da Andrea Molesini è una storia d’ambientazione storica narrata sapientemente con l’uso di una lingua poetica e romantica ...continua a leggere>

Se apprezzi il nostro lavoro sostieni l'associazione aARTic con una donazione