Editoriale

AARTIC è un acronimo, dei nostri nomi e cognomi “A.A.R.T.”, e di “iniziative culturali”, l’associazione culturale è produttrice di questa rivista.

Le collaborazioni saranno le più ampie e diversificate, ma sempre e assolutamente scelte per stima e per comunanza d’intenti. Intanto GRAZIE A TUTTE le persone che hanno collaborato e accolto senza diffidenze di parlare di sé.

 

AARTIC più che una rivista è un progetto culturale, che inizia ora, con l’obiettivo di analizzare lo spazio poliedrico della cultura contemporanea, attraverso un confronto e un dialogo dinamico con i suoi protagonisti. Nasce come webmagazine, periodico bimestrale indipendente, che s’integrerà comunque lungo il suo percorso, ed apre una finestra sul mondo delle arti nella sua forma più estesa. Arti al plurale, quindi, perché, aldilà di ogni retorica considerazione, i linguaggi espressivi sono davvero sempre più in corrispondenza tra loro e sempre più parte integrante della nostra vita. E vorremmo abbracciarli tutti. Perché le esperienze vanno condivise e perché, a dare vita alle cose, esistono sentimenti diversi e la necessità di esprimerli e comunicarli. Niente è commensurabile all'arte, nulla può disamorarci da essa, dal desiderio di conoscenza, di bellezza, armonia, estetica, equilibrio; rimane sempre sostanza creativa unica, ed intorno a questo evento esclusivo e straordinario, agisce un sistema universale con il quale vogliamo mantenerci in comunicazione. In modo libero, personale, appassionato. Questo nostro è, quindi, assolutamente un lavoro collettivo, composito, dialettico, svolto affrontando e scegliendo ogni trattazione in modo personale, mettendo in gioco consapevolmente le nostre singole professionalità. Non saremo né perfetti né completi, abbiamo la necessità e la volontà di crescere e migliorare, ma volevamo comunque cominciare, perché siamo convinti che di ragioni per scrivere e fare arte ce ne siano ancora tante.

 

 

 

AARTIC è un acronimo, dei nostri nomi e cognomi “A.A.R.T.”, e di “iniziative culturali”, l’associazione culturale che è produttrice di questa rivista. Le collaborazioni saranno le più ampie e diversificate, ma sempre e assolutamente scelte per stima e per comunanza d’intenti. Intanto GRAZIE A TUTTE le persone che hanno collaborato e accolto senza diffidenze di parlare di sé.

 

         

 

 

          Alice Rubbini