Musei e Gallerie

Art Galleries, musei e spazi espositivi. Luoghi pubblici e privati del mondo della cultura

Design al Museo Vitraria

di Anna Rubbini

Bella iniziativa quella presentata ad agosto a Palazzo Nani Mocenigo a Venezia, sede del Museo Vitraria, che eccezionalmente ha ospitato un’esposizione di interior design a cura di AMR Creative Departiment.

In una sede storica di prestigio l’esposizione di arredi dalle linee innovative ed dalle inedite applicazioni pensate dalla collaborazione di architetti e designer, ha reso l’ambientazione accogliente e originale.

Gli elementi d’arredo presentati superano la tradizionale funzionalità deputata diventando strutture poliedriche e sagomate, rese possibili dall’utilizzo del polistirolo nella sua versatile e inedita destinazione d’uso.

I fratelli Alessandro e Massimo Recchia infatti, titolari di AMR, hanno creduto nell’adattabilità di questo materiale in una insolita veste di struttura a supporto di progetti d’arredamento d’interni, azzardandone l’utilizzo e sfidando il gusto nell’arredo contemporaneo.

Ed è così che ha preso forma la realizzazione della seduta MIGODO, creata dal designer veneziano Ilario Bertotti: ad un solido supporto in polistirolo compresso si abbina una linea dall’estetica leggera ed elegante, tanto più originale se dotata di cassetto a scomparsa pratico e multifunzionale. La struttura portante, rivestita in poliuretano, oltre a conferire resistenza e durata alla funzionalità oggettiva della sedia, ne permette una maggiore versatilità; il materiale dall’effetto laccato, nella versione lucida od opaca, risulta impreziosita dal sedile in ecopelle. Ed infine, la forma geometrica particolare, con il foro sotto la seduta, rende Migodo un “oggetto ludico” dall’ aspetto divertente come un toys, spiritoso e piacevole quanto lo è il  suo nome.

Idealmente vicina la libreria FlÜFFI, la presentazione dell’opera concettuale tra arte e design nata dalla collaborazione del designer Gianni Bordin e del marketing consultant Mirco Burbello

L’idea comune è stata quella di proporre una “scultura utilitaria”, un “oggetto d’arredo” che, ispirandosi al movimento dell’avanguardia surrealista del’900 rispondesse al contempo ad un criterio funzionale. La forma in disfacimento corredata da una finitura superficiale composta dalle pagine di magazine in auge negli anni ’80, in particolare della più nota rivista inglese “The Face”, rende manifesta la volontà dei due autori di testimoniare in modo singolare e curioso il cambio di stile di vita avvenuto a metà degli anni 2000 e gli incerti equilibri dell’attuale mondo occidentale.

In questa accezione, il mobile si riveste di uno stile “Pop Art”, ricordando gli anni in cui i manifesti e i poster musicali tappezzavano le pareti delle camere dei ragazzi, anni in cui anche l’Arte,controcorrente e underground, testimoniava allo stesso tempo la situazione sociale e culturale venuta a determinarsi ed il nuovo stile occidentale frenetico quanto incerto che ne è seguito.

Sono due le originali proposte dello Studio internazionale di architetti Open Source Workshopsostenute da AMR :

HELIX, un sistema d’arredo diffuso già premiato da Venice design Week a Berlino, che segue una logica spaziale modulare, ramificandosi e accrescendo le superfici, trasformando lo spazio in un unico involucro e rendendolo scenograficamente adattabile ad ogni ambientazione. Lo spettatore viene così accolto in un’atmosfera avvolgente e naturalistica, immerso letteralmente in un luogo senza dove che lo ammanta da capo a piedi, dal soffitto alle pareti, attorniato da un paesaggio singolare e favolistico

STREAM, invece, un bancone creato per bar e ristoranti ha un disegno che permette, estendendo e comprimendo in scala le dimensioni del piano di servizio, di adattarsi facilmente al luogo di destinazione. Su una struttura dall’effetto stratificato dato dalla pieghettatura della fiancata in polistirolo, si tende la superficie d’appoggio arricchita dal vetro sagomato prodotto dalla vetreria Dal Pian Design. Come una singola goccia su una superficie d’acqua, la parete ripete gli anelli in estensione regolare e infinita come infinite le possibilità di adattarsi al contesto che lo circonda. La bellezza dell’arredo è data dalla luminescenza dell’effetto laccato che impreziosisce la struttura e dona una moderna e singolare raffinatezza ad ogni ambiente.

Della stessa azienda, attiva da cinquant’anni nel settore del vetro, apprezzabile la lampada IVONE, disegnata da Stefano Alberti. Davide Dal Pian, titolare e fautore del nuovo Brand, in sintonia con AMR, espone questo complemento d’arredo quale esempio di una produzione attenta alle proposte di design lungimiranti ed esclusive. Il gesto artistico che garantisce unicità ad ogni prodotto, prezioso come quello presentato in questa occasione, valorizza il lavoro artigianale, nello spirito delle tendenze italiane e internazionali più creative e all’avanguardia. Al centro di ogni scelta l'eco-sostenibilità e la valorizzazione della singolarità dell’oggetto, che rendono le lampade e gli arredi delle vere e proprie opere d’arte. La luminosità e la leggerezza vengono esaltate dalle strutture eteree, esili e allo stesso tempo solide nella scelta dei materiali quali il cristallo molato, il legno massello e l’acciaio. Il risultato è sempre eccellente, curato nei dettagli, perfetto nell’equilibrio delle dimensioni e la ricercatezza delle forme che dona eleganza e singolarità all’oggetto in sé e all’ambiente che arreda.

 

 

Riferimenti:

www.vitraria.com

AMR srl – via Cavasotta 20/A – 31040 Pederobba (TV) – IT E-mail amrcreativedept@gmail.com

http://amrrecchia.it/it/ https://www.facebook.com/amrpolistirolo

 

http://www.opensourceworkshop.net

 

http://venicedesign.com/

Inserisci la tua email per ricevere la newsletter di AARTIC, contenuti selezionati di Arte, News, Eventi e Mostre

Articoli Recenti

National Academy Museum

Fin dal 1825, data della sua nascita, la National Academy Museum and School ha avuto il ruolo di offrire al pubblico l’arte attraverso un’attivita’ espositiva e con l’ausilio di una scuola specializzata. continua a leggere>

Se apprezzi il nostro lavoro sostieni l'associazione aARTic con una donazione