Biennali, triennali e quadriennali – incontri artistici che sono diventati un appuntamento

A partire dalla Biennale di Venezia, dei suoi eventi collaterali e delle sue varie discipline, è sempre più ampio il panorama delle Biennali che nascono e prendono forza nel mondo. Sulla scia quindi di un progetto che vive da più di cent’anni, proprio come quello di Venezia, analizzeremo gli incontri artistici più particolari ed interessanti.

Inserisci la tua email per ricevere la newsletter di AARTIC, contenuti selezionati di Arte, News, Eventi e Mostre

La 36° edizione di Auto e Moto d'Epoca a Padova

Anna Rubbini

Non è La prima volta che sono spettatrice della Fiera d’Auto e Moto d’Epoca di Padova,ci torno sempre volentieri anche se è una mostra mercato e non ho la possibilità di avere la mia auto preferita, la mitica Citroen Pallace. Quest’anno però ho avuto modo di parteciparvi come parte della stampa, e mi sono imbattuta, nel fare l’accredito,in una persona che mi ha posto una grossolana domanda, che davvero non mi aspettavo: perché ha interesse per questa fiera se scrive per una rivista d’arte ed eventi culturali?

Ne sono stata stupita perché il mondo dell’auto storica, specialmente quello dell’auto italiana, è notoriamente parte del nostro bagaglio culturale quale patrimonio di ingegneria e di design ammirato da tutto il mondo.

E doppiamente sorpresa perché l’Automobile, sin dai tempi della sua invenzione, rappresenta  l’esatto equivalente del voler possedere un’opera d’arte, a maggior ragione se stiamo parlando di auto storiche.

Giustificarmi non è stato difficile, anche perché la 36° edizione di Auto e Moto d’Epoca 2019 ha presentato anche stavolta dei capolavori d’auto e moto degni di un Museo Internazionale.

Tant’è che la rassegna, presentata da Intermeeting, ha visto anche quest’anno una consistente presenta di interessati provenienti da oltre trenta Paesi, e per la stampa ,un cospicuo gruppo di rappresentanti delle maggiori testate tedesche del settore; preponderante la diffusione sui social che hanno documentato con migliaia di foto, video e considerazioni, moltiplicando a dismisura la diffusione delle emozioni di partecipare alla kermesse, nonostante siano tempi difficili per le fiere e le manifestazioni  che riguardano il mercato dell’auto.

Padova rappresenta, infatti, una piazza in controtendenza poiché è diventato un evento di riferimento per tutto l’indotto degli appassionati d’auto storiche di tutto il mondo, non dimenticando la grande fetta di visitatori ed estimatori dei modelli, se così si può dire, di “modernariato” o vintage che annovera le auto dei tardi anni’70 e ’80, pubblico a cui anch’io appassionatamente appartengo.

Con un numero di oltre centotrentamila visitatori di questa trentaseiesima edizione,  il riscontro per i commercianti nazionali ed esteri è stato alquanto positivo, forti del favore che questo importante appuntamento è riuscito ad avere riuscendo a riunire compratori e collezionisti dal mondo intero, inclusi Paesi lontani come l’Australia, il Sudafrica ed il Brasile; la Nuova Zelanda ed il Canada.

I principali commercianti internazionali hanno saputo dare un assaggio di eccellenze della meccanica e del design che ancora oggi sono riferimento per i più grossi marchi dell’auto:

uno su tutti Girardo & Co, tra i dealer più conosciuti a livello mondiale, ha puntato in quest’edizione sulle vetture da corsa, portando in mostra la magnifica  Alfa Romeo Tipo 33 TT 3 del 1972, ultima Alfa ad aver corso <Le Mans>.

Non sono mancati gli esordienti, ad esempio il Dr. Konradsheim con le sue prestigiose Porche;

o la prima volta della Real Art on Wheels a cui la fiera di Padova ha portato davvero fortuna, procurando la vendita di ben tre 3 auto, tra cui una one-off, la Porsche 993 2S Cabriolet del 1998.

Importante anche l’aspetto museale dato dalla presenza di una parte considerevole della Collezione Righini, tra le prime cinquanta più importanti al mondo, che non a caso custodisce la prima Ferrari mai costruita. Presenza che l’annovera non solo come espositore, ma riconosce a Righini la fondamentale collaborazione all’ esposizione Le Rosse in abito da corsa, organizzata da ACI con Auto e Moto d'Epoca,  un’eccellenza di questa 36° edizione che ha stupito pubblico e specialisti del settore riunendo ben 8 modelli di Fiat “barchetta” .

Se brand come Porche, Alfa Romeo, Ferrari e Maserati, non dimenticando le Rover e le Lamborghini, nonché le Lancia da competizione e le popolari ‘500 sono i marchi più rappresentati secondo le diverse categorie di riferimento, vogliamo ricordare il grande interesse suscitato dalla possibilità di acquistare pezzi di vero pregio all’ asta.

La più importante Casa d’Aste Italiana, Finarte, in collaborazione con Automotive Masterpieces è riuscita clamorosamente a totalizzare la bellezza di ben due milioni e trecentomila euro di vendite. Tra le vetture 'aggiudicate' dagli appassionati, si distinguono una Romeo 6C 2500 Sport del 1947 nonché un esemplare unico di Fiat-Abarth 750 Spyder (Zagato) che con l’Alfa Romeo 6C 2500 Sport del design Pinin Farina,  hanno raggiunto su tutte il primato d’aggiudicazione di ben 639.060,00€, con la peculiarità della seconda di essere stata l’unica Alfa Romeo ad aver partecipato alla Mille Miglia nel lontano 1949.

Per AARTIC

l'"Opera non fatturabile" 

di SANTOLO DE LUCA.

Tre splendidi dipinti esclusivi per la nostra vetrina crouwdfounding.

Inoltre, i tappeti natura di PIERO GILARDI, un disegno di ALDO DAMIOLI e le foto di BETTY ZANELLI. 

Per ogni informazione scrivete a: a.a.r.t.iniziativeculturali@gmail.com

...leggi di più

Articoli Recenti

Fieracavalli Verona 2019

di Anna Rubbini

Biennale Arte 2017 - Considerazioni finali 

di Anna Rubbini

Da veneziana ex allieva di Belle Arti e da sempre amante dell’Arte figurativa, la Biennale rappresenta un riferimento vicino e certo per soddisfare una curiosità ...continua a leggere>

Biennale Antartica 2017

di Anna Rubbini

.Nella programmazione di quest’anno, si inserisce la prima edizione della Biennale Antartica, titolo che fa eco alla mostra che la prevede, nella sede del Antartic Pavillion alle Zattere...continua a leggere>

Biennale 2017  Eventi Irene Zuedel

di Anna Rubbini

Irene Zundel, dall’Argentina con <Oltre il velo dell’apparenza> debutta a Venezia durante la Biennale.

Abbiamo visto per la prima volta le sue opere nella sede...continua a leggere>

Da Venezia un esclusivo fuori Biennale, alla presentazione dell'opera <Support> LORENZO QUINN  ci racconta il suo lavoro continua a leggere >

 

di Anna Rubbini

Venezia: presentazione della Biennale Arte 2017 "Viva l'Arte Viva" di Anna Rubbini

L’edizione 2017 della Biennale Arte si prevede interessante, diretta dalla curatrice Christine Macel,  che quest’anno porta a Venezia una chiave ....conntinua a leggere>

15^Edizione della Biennale

Architettura a Venezia 

di Anna Rubbini

 56^ Biennale d'Arte a  Venezia - Anna Rubbini

Le cifre esatte della Biennale Arte 2015, presieduta da Paolo Baratta, a cui sono stati affiancati 44 Eventi Collaterali con mostre, performance, iniziative di vario genere in diversi punti della città. continua a leggere >

Silvia Ferrara presenta il padiglione di Cuba e della Siria della Siria a Venezia

L'Isola di San Servolo ospita due padiglioni, quelli delle Repubbliche di Cuba e dell'Araba Siriana. Parlando dell’esposizione dedicata a Cuba si può notare ...continua a leggere>

Se apprezzi il nostro lavoro sostieni l'associazione aARTic con una donazione